HAPPY END

    Ho scoperto che il gatto di ieri appartiene ad una “COLONIA” di gatti randagi , e che l’ho rapito a fin di bene. Come l’ho scoperto?  semplice ieri sera sono andata a prenderlo per portarlo dal Veterinario, chiuso nella gabbietta , c’aveva gli occhi a palla spiritati e faceva degli strani versi.Posata la  gabbietta sul tavolo in acciaio dell’ ambulatorio, il Vet ( occhio blu e ruga giusta che mi innamora .. ) mi guarda e mi dice  : ” Eviterei di tirarlo fuori dalla gabbietta..mi sembra un po’ selvatico,  inoltre  c’ha l’orecchio mozzato significa che appartiene ad una colonia di randagi”.  Poi apre la porticina e quello che schizza fuori non è un gatto , ma  un puma incazzatatissimo, con tutti gli artigli protesi verso i bei occhioni blu del Vet che, non so come,  lo rischiaffa velocemente nella gabbia, la chiude,  e mi dice:” sta benissimo equilibrio perfetto,  io lo riporterei senza prioblemi dove l’hai trovato ciao ciao  ..”

Ma come non mi inviti nemmeno a cena ?? 🙂 peccato..ti portero’ un altro gatto

Annunci

A VOLTE I SOGNI SI TRASFORMANO IN REALTA’

   Stanotte ho fatto un sogno.  Ero su un bus con altre persone, il bus investe un gatto, scendiamo per soccorerlo ma alla fine ripartiamo senza fare nulla per lui e lo lasciamo morente sul selciato.

Resto con il senso di colpa per tutto il sogno, pensando a quel povero gatto che forse potevo salvare. Mi sveglio presto  con ancora in testa la scena e cerco il libro dei sogni per capire il significato. Esco di casa all’alba, alle 7.20 sono gia’ in auto, percorro la solita vietta che faccio tutte le mattine prima di raggiungere la tangenziale. Vedo un gatto nero spiccicato sulla strada, mi fermo per spostarlo povero micetto, ripensando al sogno appena fatto. Mi dispiace se lo schiacciano, potrebbe essere solo stordito dalla botta ma vivo.  Infatti E’ vivo in preda ad una crisi che sembra epilettica.

La gente mi guarda dalle finestre delle case, e altro non sa dire che è sulla strada in quelle condizioni dalle 6.00 della mattina, penso che mi fanno schifo e vorrei che da quella finestra precipitassero.Lo prendo in braccio e lo carico in auto, è morbido, gli occhi verdi  mi guardano, e si muovono se gli faccio scorrere una mano davanti. Vado dal mio veterinario ma apre alle 10:00. non so cosa fare decido di portarlo a casa dei miei genitori, mia madre è una gattara come me .Il  Micio nel frattempo sembra riprendersi lo mettiamo in una cesta avvolto dalle coperte….ho chiamato poco fa, sta bene è cosi’ vitale che si è arrampicato anche sulle tende.

 Gli animali non sono loro, ma chi investendoli li lascia ad agonizzare sul selciato.

TRIS TOAST ROMANTICO

Ecco una romantica idea per  le coppiette  “CIK to CIK” ancora piene d’amore e tenerezza  che al mattino colazionano  insieme  guardandosi negli occhi

Ma mi chiedo , se uno al mattino fa colazione con le acciughe al verde come fa ad appallotolarle di modo che stiano nel quadratino? e se invece adora le uova sode?

ciao Miciona!

 Come si sta nel Ragno dei gatti?

 attenzione a quelli “morti” …sono poco affidabili! : )

 P.S. Miciona teneva ben 17 anni per baffo,mica micio mico bau bau

PRECISAZIONE: MICIONA non è MICI !

Mici gode di ottima salute , e in questo momento sara’ sicuramente stravaccata sulla biancheria pulita e stirata…

Amo Ligabue ma…

  Ma deve smetterla di prenderci tutti per il culo, e  piantarla li  di far uscire la  raccolta della raccolta,  ficcandoci dentro  3 inediti che sono sempre la stessa minestra di note.

 

SEXY OMBRELLI

LA NOVITA’ è CHE OGGI QUI A TORINO PIOVE !

E quindi anche oggi noi FEMMINE TORINESI e della prima cintura,  ormai depresse e sull’orlo di una crisi esistenziale, ( che superiamo ogni giorno grazie sll’ apporto di inutili calorie) ,  non potremo  ancora  sfoggiare i nostri vestitini estivi di bava di bruco, ne  le nostre zeppe in corda, ne le decolte’ tacco 12 con il buco in punta che quest’anno è molto trendy  , ne le infradito con gli strass, ne la borsa nuova di MIU MIU bianca, ne uno straccio di cappello di paglia. ne una crema solare SHISEIDO

Ma potremo dare comunque sfogo alla nostra femminilita’  con questi

OMBRELLINI SEXYSSIMI

 

creati da GUY de JEAN con la collaborazione di CHANTAL THOMASS

LE SUE CENERI IN UN BARATTOLO DELLE PRINGLES

“Ideata e brevettata da Fredric J. Baur, che ovviamente ne andava molto fiero. Al punto da avanzare una bizzarra richiesta ai suoi figli: avere la certezza che, una volta defunto, le sue ceneri fossero tumulate dentro una confezione delle famose chips. Detto, fatto. Baur, originario di Cincinnati, è scomparso lo scorso 4 maggio all’età di 89 anni. Adesso i suoi eredi hanno annunciato di avere soddisfatto i desideri del padre.

Le sue ceneri sono state versate dentro un barattolo di Pringles e sono state interrate al cimitero Arlington Memorial Gardens di Springfield Township, nell’Ohio.”

  IO AVREI SCELTO QUESTO BEL BARATTOLO LILLA, NELL’ EVENTUALITA’…