57 commenti su “MAC BUN : L’Agrihamburgheria batte il MC Donald!

  1. No e non la voglio! 2 volte all’ anno vado da mc Donald alle gru a farmi del male, di solito sotto Natale e a pasqua.
    Adoro riempire il big Mac con le patatine e tirare di coca cola ( pensa che non la bevo mai durante l’anno o se lo faccio l’allungo con l’acqua..)

  2. non esiste via susa a rivoli. esiste corso susa. almeno secondo Google Maps. E c’e’ un ristorante a quell’indirizzo.. sara’ aperto il lunedi’? avranno un telefono? ARGHHHH VOGLIO ANDARE A PROVARLO!!!

  3. Sono andata a mangiare domenica sera…sarà stato per la calca (un’ora di coda per entrare e un’altra mezza per mangiare) che probabilmente non si aspettavano neanche loro che non sono riusciti ad organizzarsi…tant’è che l’hamburger era freddo (anche il pane non ho capito come mai), e la fetta di toma dentro non si era sciolta….la carne però ha un vero sapore di carne! il voto per quel che mi riguarda è appena sufficiente e direi che se mi capita di trovarmi da quelle parti certamente proverò di nuovo ad andare…ma non andrò più sin li apposta!

  4. Ciao Loredana! la mia amica Lucy è andata in settimana e si è trovata bene, solo tanto casino e un po’ lenti . Del resto la pubblicta’ è stata cosi’ tanta che sicuramente non si aspettavano un successo simile.Anche questo blog ha quintuplicato le presenze , solo per il fatto di aver messo come TAG AGRIHAMBURGERIA .
    Suddai riprova in tempi non sospetti!
    wood

  5. dovrebbero pero’ migliorare la carta dei vini..cosa c’azzecca l’erbaluce di Caluso con òa carne rossa! BARBERA , solo Barbera!!

  6. Splendida idea il locale lo vedo tutte le sere quando rientro dal lavoro…. nn vedo l ora d andè mangè al Mac bun piemunteis cun la tumaaaaaaaa

  7. Questa mattina,22/10/09, mi è arrivata da “Apple News” la pubblicità del… udite, udite.. “MacBook”, il “notebook you love in a whole new edition”.
    Berbacco, ma come si permettono !!!! Io fossi in voi farei subito causa alla Apple per il plagio “assonantico”!!!!!!!

  8. Anonimo delle 7.49 del 22.10.09 ma che bel ale’ parle’ piemunteis embele si??

    Umberto ma questa cosa è fantastica! non puoi scann. la pubblicita e metterla in rete?? dove la trovo?

  9. Ci voglio andare questa sera portando i gagni e la moglie a sfamarsi,ma….sono certo che mi aspettera’ una bella coda.
    QUalcuno sa dirmi se il posteggio laggiu’ e’ un problema o meno?

  10. Max! Fantasticooo la louzione “i gagnu” e’ troppo Piemunteis! Pensavo di conoserla solo io e pochi altri!
    Allora chi c’e’ stato puo’ raccontarci com’e’ andata??
    Buona noit!

  11. Il formaggio del McDonald’s cmq non è finto: si chiama cheddar. E da noi negli Stati Uniti non si mangiano solo hamburger o simili. Se voi italiani foste un po’ meno provincialotti e metteste il naso anche fuori dai luogi turistici quali NYC o L.A., capireste che anche la cucina americana (certamente non nativa, ma con le dovute influenze) ha le sue qualità. E ricordate che se si vuole mangiare un ottimo hamburger, da noi non si va certo da McDonald’s (dove il menu costa circa 2 euro e 50 ed è ovvio che il pasto non sia di prima scelta). Ottima idea, comunque. Vi auguro buona fortuna, però… lasciate perdere questo costume italiano di dovervi sempre difendere/giustificare. Sono italiano anch’io, ma sono questi aspetti che ci fanno vergognare di esserlo a queste latitudini.

    • Da quanto letto sempre un posto davvero ottimo, il fatto che poi ci sia così tanta gente, sempre, potrebbe indicare che anche la qualità sia ottima!!ci andrò presto e poi una cosa:
      Caro il mio david, ok diffondere culture e conoscenze di paesi a noi lontani, hai detto un’ottima cosa peccato te abbia rovinato tutto con l’ultima frase…TI VERGOGNI DI ESSERE ITALIANO A QUELLE LATITUDINI??? BEH…RIMANI A QUELLE LATITUDINI ALLORA COSì TI SENTIRAI MAGARI UN FIGO AMERICANO E NON UNO “SFIGATO” ITALIANO!!!!!!!!!!

      (p.s. sfigato italiano xkè è quello che fai uscire dal tuo post!)

  12. David, si son dovuti “giustificare” perche’ la Mc Donald ha intentato nei loro confronti una causa legale.
    Aggiungo che non conosco nessuno italiano che ha passato del tempo negli STATES ( 1 annetto diciamo ) che non sia tornato 10kg in piu’..lo so che non esiste solo Mc Donald, ma in ogni caso le salse e i grssi idrogenati la vanno come qua il barbera!

  13. w la carne piemontese, lo slow food e i cibi a km zero!!! no a mac donald e alle sue carni agli antibiotici e ormoni vari che costano ettari di amazzonia all’anno! Io sto con Mac Bun!

  14. ciao ragazzi ci vado oggi con la mia bambina. Avranno gli stessi giochi della concorrenza Happy Meal?

    Speriamo bene

    Giovanni

  15. Ciao a tutti,

    vorrei sapere dove acquistare il Mac Bun nella provincia di Lucca. I signori del Mac Bun non ci hanno ancora pensato?…

    Bisognerà migrare anche per mangiare un hamburgher?

    Forza, fate presto perché siamo stufi di MacDonald!!!

  16. prima cosa la carne del mc donald distribuita in italia viene prodotta dalla cremonini e macellata dall’inalca primo produttore di carne in italia. Poi cosa credete che le vacche da cui proviene la carne del macbun sia priva di farmaci? che le vacche non siano state sottoposte a cure farmaceutiche o robe varie? illusi…. tutti perbenisti contro le multinazionali a parole poi siamo i primi a fare peggio…. comunque per andare al mcbun fare coda aspettare in piedi un’ora per mangiare un panino con il pane freddo e le patatine che sembrano quelle della san carlo e spendere una bella cifra….. perche diciamolo e’ caro, mille volte meglio il mcdonald.

    • sei proprio un fallito xD
      se ti interessa ogni sabato fanno visitare la cascina🙂 ti assicuro che allevano tutto al naturale.. è anche per quello che costa di più nabbazzo…
      e se poi vai negli orari di punta sei scemo tu mica è colpa loro.. io ogni volta che vado passo nel giro di 5 minuti..
      sveglia🙂

  17. Sinceramente, questo genere di operazioni mi sembra piuttosto patetico… Intanto, a livello di qualità, è tutto da dimostrare che questo localetto batta la nota catena, già solo per il fatto che McDonald’s ha una serie infinita di controlli interni di qualità, l’origine dei suoi alimenti è tracciabile e i processi di produzione sono standardizzati, certificati e oggetto di protocolli vari, per cui si sa addirittura la sigla e la composizione di eventuali conservanti e coloranti. Di questo Mac Bun sappiamo solo che si autodefinisce di qualità, ma non abbiamo nessun documento in mano. Solo pubblicità.

    E poi non condivido questa tendenza a riportare a tutti i costi al locale, al piccolo in un mondo in cui si punta al globale. Già solo l’uso del dialetto per indicare il locale e i piatti serviti mi fa dare di stomaco. E lo dice una persona nata in Piemonte da genitori 100% piemontesi che continuano a parlare piemontese (oltre all’italiano, ovviamente). Si fa un gran parlare di preservazione delle tradizioni, dei dialetti, delle microculture, ma io trovo che l’apertura al mondo, alle lingue (lingue di altri popoli, non dialettucoli di un Paese), alle altre culture, allo scambio internazionale sia molto più costruttiva che la chiusura in se stessi e il vano sforzo di imporre il proprio piccolo universo al resto del mondo.

    Anche perché è una battaglia persa in partenza. Il mondo ha già scelto in massa gli Stati Uniti come cultura di riferimento. Sì, certo, qualche voce del dissenso e qualcuno che si ribella e sceglie di non conformarsi (molti dei quali lo fanno ideologicamente a priori, senza neanche sforzarsi di conoscere la cultura e il commercio americani) ci sono un po’ dappertutto nel mondo, ma la stragrande maggioranza continua a trovare il modello americano affascinante. E tutto sommato una ragione ci sarà. Non è possibile che 6 miliardi di persone siano stupidi.

    Comunque, dove pensano di arrivare quei due pseudo-furbi che hanno aperto il localetto di Rivoli? Vogliono dimostrare di poter battere in territorio locale un gigante di proporzioni colossali come McDonald’s? Pensano di riuscire ad aprire una catena anche solo lontanamente paragonabile a quella? Pensano di poter strappare clienti a Mc Donald’s? Pensano di potersi affermare come i paladini della qualità? Ma per favore… I leghisti di turno e la stampa locale (insomma, i soliti quattro piemontesi anziani di turno) loderanno senza fine l’impresa e il cibo servito, magari senza aver neppure provato uno dei piatti. Ma bisogna vedere se la clientela la penserà allo stesso modo.

    Questo senza contare che McDonald’s se l’è presa giustamente con quei due imprenditorucoli. E’ ovvio che quel “mac” preso dal dialetto piemontese è stato messo nel nome del locale e nel nome dei piatti per richiamare e “sfidare” McDonald’s. Altrimenti perchè usare con insistenza proprio quel termine e non un altro, con tutti i termini che vanta il dialetto?

    E’ troppo presto per cantare vittoria. Anzi, dubito che questo locale rimanga aperto ancora a lungo. Alla fine il polverone pubblicitario si dissipa e rimane solo il duro confronto tra un marchio storico e un aspirante concorrente imitatore e millantatore.

    Mi ricorda la storia del Parc Astérix, che si diceva avrebbe battutto in casa il gigante Disneyland Paris. Come no… Infatti si vedono i risultati della sfida a 18 anni dall’inizio… Disney, malgrado la crisi e i debiti, richiama più di 15 milioni di visitatori e la cifra è in costante aumento, mentre Astérix ne richiama sì e no 2 milioni… A dimostrazione che non basta farsi difensori del proprio territorio e paladini del locale per battere un gigante globale. Bisogna saperlo battere in termini di offerta e qualità, ma la cosa è molto più semplice a parole che con i fatti e, puntualmente, non succede.

    E sottolineo che queste considerazioni vengono da una persona che, essendo celiaca, non può più mettere piede nel al McDonald’s né al Mac Bun… Però, conoscendo bene McDonald’s (soprattutto per il fatto che ne sono stato cliente per tanti anni), certe cose mi fanno sorridere…

    • Le rispondo nella lingua della nostra Patria Cita, se non riesce a leggere chieda ai suoi genitori e capirà di come ci si sente ad essere stranieri a casa propria.
      Am dëspias për ij sò ch’a l’han daje n’educassion , na coltura e na lenga gënita che chiel a dëspresia e a bëstëmmia ‘nt ël nòm ëd cola globalisassion ch’a l’é lòn ch’a l’é an camin ch’a pòrta ‘l mond a la fin. L’identità coltural ant la qual chiel a chërd nen a l’é da consideresse un valor ëd confront e nen për saresse ‘nt la greuja, ch’as varda dantorn e ch’a amprenda da coma ch’a son gropà pròpi j’extra-comunitari a soe lenghe e a soe tradisssion. Për boneur che al mond a-i son nen 6 miliard dë stùpid, ma mach 6 miliard ëd përson-e ch’a dòvro na sola lenga veicolar për capisse tuti, lì an mes a-i na sarà ‘d sigur un gròss nùmer ch’a ten-o s-ciassa soa lenga ancestral. A l’é ‘dcò vera che la mare dij fòj a l’é semper përgna.
      Mi i ciamo a tuti i piemontèis ëd giré a la larga da cost local ch’a l’é gnanca stàit bon dë scrive ‘l sò nòm an manera coreta. A son ëd pajasso.
      A l’arvista.

  18. Ciao, sono americana e abito qui in Italia. Devo dire che l’hamburger M**Bun fatto con carne fassona è veramente BUONO. M** BUN – Ba da da da da, I’m Lovin’ It!

  19. E’ veramente una vergogna che non siano stati capaci di scrivere il loro nome in modo corretto, se si ignora la giusta grafia ci sono persone, associazioni ed esperti che posso aiutare gratuitamente.
    Non metterò mai piede in tale luogo e farò pubblicità negativa per il motivo di cui sopra.

  20. io credo di andare oggi a provarlo visto che sono a rivoli, premetto che sono di bordighera,quindi vi dirò che ne pensa un ligure di questo panozzo:):)
    avendo esperienza sia con mc donald,burger king + quiq in francia,devo dire di essere veramente molto curioso di volerlo assaggiare,al burger king non vado più per mia protesta personale,non si puù pagare un cheesburger 1.80€ e poi sentirsi dire 2.80€ solo perchè anzichè comprarlo in città ,lo prendo sull’autostrada,quindi uno in meno,il quiq in francia molto buono,ma se pur vicino ,non posso andare tutti i giorni a nizza,quindi oggi addenterò il panino piemontese e vi dirò cosa ne penso

  21. @Alex:
    prima di scrivere bisognerebbe avere una conoscenza quantomeno decente dell’oggetto sul quale si scrive. Nel suop intervento vi sono una quantità enorme di imprecisioni e di castronerie..a cominciare dal fatto che un sedicente piemontese definsca un dialettuccio la LINGUA pèiemontese, che è considerata da organismi ufficiali appunto una lingua e non un dialetto.

    In secondo luogo dovrebbe sapere bene da dove proviene la carne utilizzata da McDonald, ed essere a cnoposcenza dell’utilizzo di mucche a fine carriera, ecc.

    In terzo luogo, è evidente come da parte dei due imprenditori (e non sono imprenditoruccioli, come da lei deifniti) non vi sia alcuna intenzione di fare concorrenza ai gorssi fastfood, ma sia quella di creare, nel piccolo, un prodotto di buona qualità, che si rivolga ad un pubblico trasversale.

    In quantro luogo, fa sorridere l’affermazione per cui nella globalizzazione attuale il piccolo non conti, e si sia scelto il grande, in quanto è diffusamente riconosciuto ed evidente come la globalizzazione appunto sia complementare ad un processo di frammentarizzazione e di attenzione al locale che, proprio in virtù di una rete globale di connessione tra tante piccole realtà, può uscire dai propri confini.

    In quinto luogo, fare riferimento agli Stati Uniti come cultura di riferimento è operazione riduzionistica, e che dimostra una enorme ignoranza del concetto di cultura.

    Infine, al celiaco Alex, comunico che ho constatato di perosna come al M**Bun vi sia la possibilità, proprio per i celaici, di potere ocmnsumare un pasto privo di glutine, essendo presenti cracker senza glutine, e potendo chiedere di rpeparare la carne in maniera separata dal resto degli alimenti, in maniera che non venga contaminata dal glutine.

    Pertanto, prima di fare affermazioni vuote di contenuto e significato, se non colme di luoghi comuni e pregiudizi, consiglio di informarsi bene, in quanto tali interventi assumono solo la forma della propaganda, e fanno intuire interessi e secondi fini mal celati.

  22. io ci metterò piede sabato con figlio e marito di seguito.
    vi farò sapere …spero sia simile al road house che frequentavo a varese …una squisitezza!!!
    cmq nn confondete queste iniziative con i fast food …insomma i ragazzini mangiano qualsiasi cosa super farcita di prodotti grassi e bisunti …ma gli adulti …cercate di vedere oltre la maionese e il ketchup …ci troverete la qualità!
    bye

  23. Io vivo all’estero ormai da tanti anni, ma l’ultima volta che sono passata da Alpignano a trovare mia madre sono finalmente riuscita ad andare al famoso Mach Bun. Mi è sembrato tutto ottimo: la qualità del cibo, (carne, dolci, persino il vinello), il servizio (fuori ora punta), lo spazio per i bimbi e l’happy mais. Insomma, il formato in generale. Mi sembra una splendida iniziativa e non capisco il perché di tante polemiche. W lo slow-fast-food!!!

  24. Pingback: Come mi dovrei sentire? - Page 2 - Il Forum ufficiale di Multiplayer.it, con discussioni, sondaggi e le ultime informazioni

  25. Certi commenti mi fanno sorridere..carne del mc donald’s tracciabile e sicura? grafia scorretta quindi non ci vado? calca per entrare?
    Sono un integralista Piemontese, da madre crucca lo ammetto ma:
    1. Purtroppo non so scrivere correttamente in piemontese come Michele (causa lavaggio del cervello perpetrato per secoli qui come altrove nelle scuole), non credo che la grafia rappresenti una bestemmia, guardo ben altro).
    2. E’ risaputo globalmente che mc donald’s utilizzi sottoprodotti, alimenti ricchi di grassi e schifezze e che allevi il bestiame industrialmente, bisogna essere (perdonatemi) proprio ingenui per pasteggiare in certi posti e difenderli a spada tratta. liberi di avvelenarvi, la ragione si conosce, ad alcuni piace veramente quella spazzatura e non sono disposti ad ammettere l’errore di valutazione.
    3. Dissento sul provincialismo suggerito dall’utente David..io vado e torno dalla Scandinavia con regolarità e ti assicuro che anche lì questo colonialismo angloamericano ha rotto veramente le scatole, hanno rovinato tutto, sono per la separazione delle culture, ciò vale anche in ‘italia’ (e odio i leghisti per la cronaca)
    4. Non sarà la punta di diamante del piemontesismo ma se non si comincia dalle basi non si va da nessuna parte, per ora non ho visto alcun sedicente ristorante o trattoria piemontese proporre un’idea di tale portata.
    5. Io mi costituirei parte civile in massa di fronte alla corte Europea in quanto la nostra lingua è tutelata e gli americani non hanno nessun diritto di censurare in questo modo, se volete fare qualcosa di utile pensate a queste cose invece di fare i fanatici perchè c’è una u al posto di una o, piuttosto proponete i vostri dubbi ai gestori.
    6. Smettetela di scannarvi per il cibo come animali (che tra l’altro sono ben più furbi di noi) e buon appetito

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...