2 – Cioccolato Praline e altre zoccocioccolate …

Sullo scaffale del corridoio “dolciumi & biscotti” del grande centro commerciale , vivevano molti dei miei parenti sopravvissuti al Natale e a San Valentino, passata la Pasqua, eravamo tutti fuori pericolo. In estate poi, la nostra vita era mollemente rilassata il massimo che ci sarebbe potuto capitare era di scioglierci. C’erano le mie dolcissime cuginette le Roche’, gli zii al rum i Boeri, le mie sorelline le croccanti Nougatine, e mamma e papa’ gli stimati Sig,ri Lindor che rotolavano in qualsiasi parte del mondo. La nostra era una dinastia rinomata tra le papille di tutto il mondo, non c’era lingua che non ci conoscesse, e la maggior parte del grasso posato sui fianchi delle Signore, era solo ed elusivamente merito nostro.

Il Presidente della corsia “Biscotti & dolciumi” , era il Sig.Gianduiotto, si esprimeva solo in Piemontese, era un tipo rigoroso, di bell’aspetto, assomigliava ad una piccola tenda canadese dorata , ma aveva sempre una parola dolce per tutti che concludeva con un sonoro “NEEE?? ”.

Annunci

Cioccolato Praline e altre zoccocioccolate …

  La mia vita scorreva su uno scaffale in bella mostra sotto un fascio di luce accecante .

Chiusa in un sacchetto di cellophane trasparente di quelli rumorosi al tatto  avvolta in un’elegante carta rossa valentino insieme ad altre 12 pralinette  ,

Tutti i giorni  speravo di soddisfare le papille di qualcuno, ma i mesi passavano e nessuno mi degnava di uno sguardo porcello, forse il mio prezzo era troppo alto per il gusto che potevo offrire, ma era pur sempre di qualita’….il tempo passava e una sottile polverina bianca come la forfora cominciava a ricoprirmi la testolina e la mia nocciolina tonda delle langhe  pian piano si seccava senza che nessuno l’avesse ancora morsa.

Il mio nome era LINA di cognome facevo PRA, ma con il pubblico registro automobilistico non avevo nulla a che fare.