UOVA RIPIENE

A grande richiesta ( 2 persone)  pubblico la mia personale ricetta uova1per fare le uova ripiene che ho imparato dalla nonna

1) mettiamo che prendete 6 uova  e le fate bollire finche’ non sono sode, ricordatevi che 7 minuti sono pochi,  un uovo non è sodo se non dopo 15 minuti di bollitura. 

2) Sbucciatele senza imprecare nel caso il guscio rimanesse taccato .

3)  dividetele a meta’ e toglietele il mezzo pallino giallo mettendolo in una ciotola che non sia quella del gatto.

4) tritate i pallini gialli con una forchetta avendo cura di tenerne un paio da parte per decorare l’ovetto alla fine .

5) aggiungete  ai tuorli sbriciolati :  majonese, i cucchiaino di senape, 2 scatolette di tonno rio mare da 80 gr , una manciatina di prezzemolo capperi tritati ma quelli sotto sale ( lavateli prima neee)  e mischiate tutto come se fosse un pastone per le mucche.

6) con un cucchiaino  riempite il bianco degli ovetti e ognitanto leccatevi il dito.

7) sbriciolate sulle uova i tuorli sodi che avete messo da parte , sempre che non siate stati cosi’ storditi da tritare anche quelli 🙂

Annunci

SEMOLINI FREISA E Wii

Nel titolo del post trovate riassunti i principali ingredientei della mia domenica

esternoSEMOLINI : ieri alla Trattoria del Frejsa a Moncucco non ho potuto tenere a bada le  papille  e ne ho ingoiati 9 di seguito come Fantozzi come le polpettine…Semolini come quelli di Moncucco è difficile trovarne in giro, un po’ come gli uomini 🙂  perfettamente impanatio e fritti, dolci al punto giusto una roba da tagliarsi i polsi da quanto erano buoni,

FREJSA : Ad ogni semolino un sorso di vino , ovviamente essendo in quei di MONCUCCO non poteva non essere Frejsa, per me ferma, la vivace mi solletica le narici e poi faceva solo 13 ° sputati e non c’era pericolo di ubriacarsi

Wii : dopo il pranzo faraonico un po’ di sano sport …

LAVAGNA E GESSETTO

lavagnaPare che fra qualche anno LAVAGNE E GESSETTI verranno sotituiti da uno schermo elettromagnetico collegato ad un PC e ad un video proiettore te che al posto del gessetto ci sara’ una penna ottica ..tale sistema porta il  nome di INTERWRITE

Ma come si portano via cosi’ un pezzetto della nostra infanzia, dell’infanzia dell’intero mondo mondiale e nessuno alza un dito per impedirlo per fermare questi pazzi scatenati? ma la penna ottica se la mettano in un orecchio e si tolgano il cerume!

gessettigessettigessetti

Ma voi ve lo ricordate il rumuore del gessetto sulla lavagna? A volte era rassicurante a volte strideva e ci faceva tappare le orecchie a tutti ridendo. E quando chiamati alla lavagna a risolvere una banale equazione ce lo facevamo girare e rigirare nel palmo della mano fino a consumarlo dalla paura?  Il gessetto era il nostro antistress.

Qualcuno l’ha confuso ed è passato direttamente dal gessetto alla coca ma questo è un altro film.

Perdere la tradizione di San Valentino che voleva il primino usato come cancellino non è una roba bella! certe cose devono rimanere intatte nella tradizione.

Sostituire la lavagna e i gessetti con una roba high tech  è un po’ come usare i tappi di silicone per le bottiglie di vino .

sara’ meglio conservato ma perdera’ tutto il potere di seduzione legato per secoli al tappo in sughero..pensate al vostro uomo che stappata la bottiglia odora  il tappo un gesto erotico di altri tempi che mai dovra’ andare perso come la lavagna e i gessetti.

Per concludere qualcuno ancora si ricorda dei gessetti colorati fatti di zucchero che si compravano in panetteria prima di entrare in classe ? che buoni erano?? ora non li vendono piu’ ma hanno segnato un epoca..sic

DITELO CON GLI M & M’s!

copia presentazione1Gli M&M’s , per quei pochi disperati che ancora non lo sanno,   sono quei piccoli bottoncino di cioccolato colorato che : mangiato uno mangiati tutti senza nenache un filo di senso di colpa perche’ tanto per ammazzarsi di calorie bisogna mangiarne degli interi scatoloni. diciamo che sono il giusto compromesso in una dieta fatta di stenti. Di solito inizio da quelli arancioni, poi quelli rossi i gialli in ultimo quelli  blu  e verdi che mi fanno un po’ SGIAI ( in piemontese SCHIFO)

In Francia da qualche tempo è possibile farseli confezionare personalizzati,  esempio:

 1) per il Vostro compleanno potrete far scrivere EPPI BIRDEI,

 2) se vi siete innamorati li fare confezionare tutti rossi con su scritto I LAVE IUU,

3 ) se invece Voletet festeggiare il Vostro matrimonio su quelli bianchi farete scrivere PINCO PALLA 3) OGGI SPOSI

4) Per il battesimo dei Vostri bambini li farete fare azzurri  o rosa constamapata LA DATA DI NASCITA .

NON VI RESTA CHE CLICCARE SU QUESTO SITO  http://www.mymms.fr/commander.html  e ordinare i “bottoni” di cioccolato personalizzati

copiacopiacopia

CARNIVAL PARTY against SAN VALENTINO

bacheca

La cosa bella è avera superato gli ANTA da un bel pezzetto e continuare ad andare a fare l’imbecille in giro travestita da Carnevale come se niente fosse cercando di confondersi in mezzo a quelli che di anni , ne hanno 15 in meno di TE.

Ma con un goccio di buon BARBERA nelle vene si supera tutto, anche la differenza di eta’.

OGGIA’,  sabato sera CONTRO TUTTA la mia volonta’ mi sono ritrovata a partecipare ad un San Valentino travestito da CRETINO e mi sono divertita assai., abbiamo anche cantato tutti in coro le OSTERIE ( roba che non facevo dalle gite del Liceo  sui pulman che ci portavano a visitare qualche cazz.. di santuario) . Io ero travestita da Strega bacheca e ho passato la serata a fare I TAROCCHI  a tutti gli invitati ( o quasi) che prima timorosi e scettici si sono poi messi in coda  come all’ASL ad aspettare gli esiti sul loro futuro.

la Top ten delle carte uscite è stata la TORRE : rovina disastro , mentre la carta dell’AMMORE nonosntante fosse  San Valentino non si è vista nemmeno per sbaglio…Tante ma tante carte con gli AMANTI.

L’EX NON PASSA MAI..cazzzzz..!

cuore

Come se non bastasse dopo aver appena pubblicato il post sotto, apro la Stampa e a pag 25 nella rubrica Societa’ & Cultura  trovo un  articolo dal titolo :

 ” L’EX NON PASSA MAI”

Va bene ho capito oggi sara’ una giornata incazzusissima, ma mi sento come una Tartaruga Ninja niente potra’ scalfire la mia solida corazza al titanio spazzolato  in cui sono incastonati solidi  brillanti, se qualcuno ci prova sappia che le mie zampette sono affilate come gli OPINEL

p.s Non so Voi, ma IO NON SARO’ MAI L’AMICA DI UN EX….

Ora leggetevi l’articolo di cui pubblico uno stralcio iniziale

ROSELINA SALEMI
MILANO
C’è stato un tempo in cui «ex» significava una porta chiusa, un punto e a capo. Si alimentavano eterni rancori, si cancellavano prime mogli e primi mariti dall’albero genealogico, si riteneva indispensabile l’annullamento della Sacra Rota per rimuovere l’errore. Invece, gli ex ritornano. E non a volte, come gli zombie. Se è vero che bastano sei gradi di separazione per arrivare a chiunque, non basta la separazione per eliminare un ex dalla propria vita. Ci si ritrova, sempre. Su Facebook, con relativa richiesta «di amicizia». In chat. «Non ne puoi più dei tuoi ex? Iscriviti a Meetic», occhieggia una finestra pubblicitaria sullo schermo del computer, invitandoti a entrare nella grande famiglia degli incontri on line…